Storie dal reparto

Alta Sq

Da giovedì 18 Aprile fino a sabato 20 Aprile c’è stato il Campetto di Alta Squadriglia di Pasqua. L’Alta Squadriglia è formata dai membri del terzo e quarto anno di reparto, in essa si parla e ci si confida, ragionando anche su cose toccanti che ci coinvolgono personalmente. Al Campetto di Alta Squadriglia si cammina imponendosi determinate tappe alla fine delle giornate e si riflette su sé stessi. Il primo giorno, giovedì 18, ci siamo trovati alle ore 9:00 in Valle di Sarezzo, dove tutti gli anni si svolge il Presepe Vivente. Lì, abbiamo guardato un libro di sole immagini chiamato “Gli uccelli” di Germano Zullo, che mostra come un solo, minuscolo dettaglio può cambiare il mondo. Poi abbiamo iniziato la nostra camminata e siamo arrivati a Sant’Emiliano, ci siamo fermati e abbiamo riflettuto su una domanda: “Qual è una paura che ci blocca?”. Abbiamo pensato camminando fino a San Bernardo, dove abbiamo pranzato e ci siamo posti un’altra domanda: “Che occasioni abbiamo perso a causa di questa paura?”. Poi abbiamo continuato il nostro percorso, ma stavolta scambiandoci le nostre idee su questa questione, fino ad arrivare a Lumezzane Sant’Apollonio.

 Il campo invernale è durato da mercoledì 27 dicembre a sabato 30 dicembre 2017, si è svolto all’Altopiano di Boniprati (Pieve di Bono-Prezzo in Trentino).

La partenza è stata all’oratorio di Gardone Val Trompia, siamo saliti sulle macchine dei genitori, organizzate in squadriglia e ci siamo avviati per il campo. Il viaggio è durato un paio di ore, arrivati a Boniprati la neve ci attendeva con ansia, infatti durante il tragitto si è fatta sentire e ci ha accompagnato fino al traguardo che abbiamo trovato completamente innevato!!

Abbiamo salutato subito i genitori ed eccitati e felici per quello scenario, siamo corsi subito a giocare con quella neve che ci ha accompagnato per tutto il campo. Il tema del nostro campo era un giallo, i nostri abilissimi e intelligentissimi capi reparto e capi squadriglia, con la mente alquanto superiore alla norma (non li sto elogiando per ottenere vantaggi ovviamente), hanno preparato un astutissimo giallo che abbiamo vissuto tutti di persona e smascherato il colpevole. Beh, così sono stata molto sintetica, ma c’è voluto tutto il campo per trovarlo, c’erano molti sospettati: dal barista alla cuoca, dal capo reception all’ospite riccona, dall’attore allo scrittore di gialli, dal cacciatore al detective stesso e poi ancora il romano, la giardiniera, insomma è stato difficile, ma ce l’abbiamo fatta!!! Volete sapere chi era il colpevole? Per ora vi terrò sulle spine….

L’uscita del 18 e 19 novembre 2017, si è svolta a Marmentino. Il ritrovo , come al solito, è stato all’oratorio di Gardone V.T. alle 15.15, abbiamo caricato il materiale (fornelloni, padelle, ect) e ci siamo avviati con i genitori volontari. Arrivati all’oratorio di Marmentino è iniziata la nostra uscita, abbiamo guardato un po’ l’ambiente e poi, abbiamo iniziato le nostre attività: si è riflettuto su un racconto che parlava di una casa su una roccia, dividendoci in gruppi. Finita questa attività, siamo usciti all’aperto e abbiamo giocato a pallone, poi siamo andati in una stanza da gioco con un calcetto balilla, uno stereo, un biliardo, giochi in scatola ed un ping pong e poi abbiamo trovato un cane carinissimo che abbiamo soffocato di coccole.

L’uscita di apertura si è svolta il 14 e il 15 di ottobre 2017 in Valle di Gardone.

Ci siamo ritrovati tutti alle ore 15 all’oratorio di Gardone V.T., abbiamo caricato le tende, il telo verde, la cucina e ci siamo avviati verso la nostra uscita. Arrivati a destinazione, abbiamo scaricato tutto il materiale e salutato i nostri “autisti”!

Con il materiale siamo andati verso il grande prato dove abbiamo vissuto la nostra uscita. Poi, è arrivato il momento più triste della giornata: due componenti del nostro reparto ci dovevano lasciare, dovevano intraprendere una strada diversa; il primo ad andarsene fu Dario, lui fece il passaggio nel Clan ed ormai faceva parte del noviziato, ci salutò lasciandoci con una caccia al tesoro e ci promise che sarebbe venuto in sede a trovarci qualche volta, noi abbiamo ricambiato con un regalo, cioè un contapassi. Dopo averci abbracciato e salutato “come si deve”, il nostro amico esploratore partì per la sua strada verso il Clan.

Quest’anno il campo estivo è durato 10 giorni, dal 20 al 30 luglio 2017, si è svolto in Val Daone ed il tema era “Harry Potter”.

E’ stato molto bello!!! Le nostre giornate si svolgevano nel seguente modo: sveglia, alza bandiera, colazione, attività in programma, pranzo, attività pomeridiana, catechesi, merenda, cena, fuoco di bivacco, ammaina bandiera e notte.

Alcuni giorni si facevano attività diverse dal solito, come la gara di cucina, la quale è stata vinta dalle Volpi e dai Falchi, oppure il Raid, il momento della promessa di Matteo, il Consiglio della Legge, durante il quale si parlava di come era andato il campo e le squadriglie, il primo giorno di costruzione o la notte della veglia alle stelle.

In tutto questo avevamo del tempo libero in cui potevamo chiacchierare, cantare e rilassarci un po’.

L’ultimo giorno abbiamo smontato le tende e le sopraelevate, caricato il materiale sui camion ed abbiamo lasciato quello splendido posto in cui abbiamo passato il nostro campo, per poi ritornare in Oratorio a Gardone V.T. e salutarci per bene con tutti i genitori che ci aspettavano ansiosi.

 

...anzi in realtà è ancora in gestazione wink

Presto qui i nostri giornalisti potranno scrivere i loro racconti delle attività di reparto, stay tuned!

UPDATE 23/10/2017: È nato, Blog del reparto

UPDATE 26/11/2017: Da oggi gli utenti registrati possono commentare i post del blog! (I commenti non compaiono immediatamente, generalmente passa qualche ora prima di vederli comparire)